Affresco

Affresco

Sull’altare maggiore, un tempo in legno dorato, oggi in marmo grazie all’apporto dello stile Neoclassico, vi è l’immagine ad affresco della Madonna col Bambino, risalente tra la fine del ‘400 e la prima metà del ‘500. La composizione è improntata su linee ovaleggianti, geometrismo ed essenzialità del disegno, nonché sull’ingenuità dei visi. Sulla destra del dipinto si possono leggere alcuni segni di scrittura in carattere gotico. Oggi, parte dell’affresco, in attesa che i lavori di restauro saranno completati, è custodito nella cappella di Santa Lucia in Chiesa Madre e reso fruibile alla popolazione. Dei primi anni dell’800, è invece, la decorazione neoclassica a stucchi, affreschi e pitture murali operata dal pittore palermitano Salvatore De Caro, dove compaiono angeli, scene della vita della Vergine, elementi fito e zoomorfi (uccelli, girali d’acanto, fiamme, vasi, riquadri, ecc.).

A cura di Santina Rondine