Madonna della Luce

1

La Festa della Madonna della Luce viene celebrata ogni anno nei giorni 7 e 8 del mese di Settembre. Si tratta di una festa molto particolare e caratteristica in cui una coppia di “Giganti Guerrieri”, Mitia e Kronos, portati a spalla da uomini robusti, seguono la statua della Madonna per tutto il percorso processionale. I Giganti possono essere ammirati già alcuni giorni prima della festa religiosa. La statua della Vergine è custodita nel Santuario del cimitero. La leggenda narra che Fra Benedetto eremita mentre stava seppellendo un fratello, scoprì all’interno di una grotta, situata ai piedi del castello, un’immagine della Vergine che emanava una luce intensa. Vicino all’immagine, c’erano delle ossa enormi che furono attribuite ai giganti posti a guardia della Vergine. Il 7 Settembre il simulacro della Madonna della Luce viene preso dal suo Santuario e trasportato in spalla fino alla Chiesa Madre, dove vengono celebrati i Vespri. Al termine della celebrazione, giunge il momento tanto atteso del Ballo dei Giganti, per festeggiare l’arrivo in città della Madonna. Particolarmente suggestivo è il ballo rituale che i Giganti eseguono nel piazzale davanti la Chiesa Madre, alle ore 12 dell’8 Settembre. Nel pomeriggio, Mitia e Kronos, affiancano la Statua della Madonna con in braccio il bambino Gesù. Anche questo simulacro viene portato a spalla da robusti fedeli e scortato per tutto il percorso processionale. La sera alla luce delle fiaccole, la processione si avvia lungo la strada che conduce al Santuario dove è accolta dal fuoco scintillante del tradizionale falò e dove Mitia e Kronos ballano ancora per salutare i fedeli. I Giganti fanno parte di un’antica e allegorica tradizione radicata in Sicilia, Calabria, Catalogna e Nord Francia. Mithia e Kronos hanno partecipato a diversi raduni internazionali, ottenendo parecchi consensi per la loro bellezza ed eleganza nei balli.

2

 

Santuario Processione Ballo dei Giganti Affresco Le Preghiere La Statua della Madonna